IL CAVOLFIORE

Share

I benefici di questo ortaggio sono veramente tanti da superare il tipico cattivo odore che libera quando lo si cucina. Il consiglio è portarlo in tavola almeno 2 volte a settimana perché, essendo ricco di iodio, stimola la tiroide e tutte le funzioni dell'organismo, oltre al metabolismo. Fa bruciare velocemente gli zuccheri dunque è utilissimo per chi deve mantenere il peso corporeo sotto controllo.

Consumato insieme al pesce, entrambi lessati, aumenta la diuresi e favorisce l'eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso. Il cavolfiore inoltre contiene calcio e potassio che rilassano i muscoli, e anche il bromo che ha un potere sedativo. Dunque consumato cotto o saltato in padella con aglio, peperoncino e olio, costituisce un potente calmante del sistema nervoso. Associato a pasta o riso stimola la produzione di serotonina che è il nostro ormone del benessere, pertanto combatte l'insonnia causata da stress fisico e mentale.

Come tutti gli ortaggi delle crocifere (verza, cavoli, broccoli) il cavolfiore aiuta a tenere alla larga i tumori e previene i disturbi di stagione potenziando le difese immunitarie, grazie al contenuto di vitamina C. Quando si acquista controllare che le infiorescenze siano salde e compatte, di un bel colore bianco o viola e che le foglie siano verdi e brillanti. Al contrario un'infiorescenza poco turgida e a chiazze scure comprova la mancanza di freschezza.

 

Informazioni aggiuntive