L'ALLORO

Share

E' una pianta perenne a fusto eretto e dalla corteccia verde-nerastra. Raggiunge un'altezza fino a 10 m. e le sue foglie ovali color verde scuro, coriacee, sono molto profumate, lucide nella parte superiore e opache in quella inferiore. I suoi fiori di colore giallo sono infiorescenze ad ombrello che compaiono nel periodo primaverile. I frutti invece sono drupe arrotondate che contengono un solo seme.

 

 

Diffuso nella zona costiera del Mediterraneo dalla Spagna alla Grecia fino all'Asia Minore. In Italia cresce in forma spontanea nelle zone meno aride e fresche. E' una pianta rustica che cresce bene e si moltiplica per seme o per talea. Le foglie e bacche di alloro hanno proprietà medicinali importantissime. Delle foglie si fanno molteplici usi: in cucina per aromatizzare, in casa per allontanare le tarme come sostituto della canfora, è un rimedio utile contro i dolori mestruali e serve per preparare decotti rinfrescanti e tisane dalle proprietà digestive, infine se ne può ricavare un liquore aromatico dalle proprietà stimolanti, antisettiche, antispasmodiche, espettoranti. Gli infusi di foglie d'alloro purificano il tubo digerente e favoriscono l'eliminazione dei gas intestinali. Preparatelo con 5-6 foglie di alloro e prendetelo prima di andare a letto, impedirà l'evolversi di raffreddori e influenze oltre che facilitare la digestione e stuzzicare l'appetito. Le bacche contengono olio medicamentoso utile per i problemi reumatici. La polvere ottenuta da bacche essiccate è un rimedio efficace contro le malattie nervose, le paralisi, influenza e raffreddori. L'olio laurinato lenisce i dolori reumatici e i traumi post-fratture.

 

Nella mitologia greco-romana era una pianta sacra che simboleggiava sapienza e gloria. Una corona d'alloro cingeva la fronte dei vincitori dei giochi Pitici o Delfici e costituiva il massimo onore per un poeta laureato. La pianta era sacra al dio Apollo poichè Dafne, la ninfa che amava, si era trasformata in alloro per sfuggirgli. Ecco perchè egli l'avrebbe resa una pianta sempreverde. 

Informazioni aggiuntive