LA FRATES PER LA CULTURA DELLA DONAZIONE

Share

 

 

 

 


In un contesto difficile come il nostro, il concetto di volontariato assume una rilevanza particolare. In questo ambito opera  La Frates che nasce nel 1971 come Ente morale. L'obiettivo è quello di stimolare la gente alla donazione  gratuita del sangue, del sangue midollare e degli organi. Approvata da un decreto ministeriale del 1994, si avvale di volontari orientati verso la donazione del sangue perchè attenti alle problematiche di chi soffre di una patologia grave e ha bisogno di una trasfusione di sangue. Il "modus vivendi" che unisce tutti i volontari è quello della fraternità nei confronti dei fratelli bisognosi. In provincia di Catania , esattamente ad Acireale, opera la Frates "Santa Maria del Carmelo" in attività dal lontano 1978 quando,  "un gruppo di circa quaranta persone formato da sacerdoti, professionisti, studenti in medicina, studenti di altre discipline, operai, sia uomini che donne che avevano l’intenzione di formare un gruppo di donatori di sangue dato gratuitamente" decise di dar vita al gruppo Frates "Santa Maria del Carmelo". La prima giornata di donazione del sangue della Fratres Santa Maria del Carmelo, venne organizzata dal gruppo, Domenica 29 Novembre 1981. Da allora tanta strada è stata fatta e l’attività del gruppo sul territorio è stata notevole ed incisiva. A tal riguardo i nuovi responsabili attualmente in carica, si stanno prodigando affinchè la tradizione e l'esperienza ormai trentennale della Frates "Santa Maria del Carmelo", venga confermata e cementata nel tempo. La Frates "Santa Maria del Carmelo" di Acireale ogni anno in media riesce a raccogliere circa 200 sacche di sangue. I donatori provengono da tutto l’hinterland Acese e da tutta la provincia di Catania. Per l'esattezza circa duecento sono residenti ad Acireale città, mentre un centinaio provengono dai seguenti Comuni: Acicatena, Aci S. Filippo, Acicastello, Acitrezza, Aci Sant’Antonio, Trecastagni, Pedara, Santa Venerina Giarre, Riposto, Mascali, Fiumefreddo, Zafferana Etnea, Piedimonte Etneo, Catania centro, Misterbianco, Belpasso. Per donare sangue, bisogna essere maggiorenni ed essere in buona salute. Occorre recarsi presso un centro di raccolta, dove verranno effettuati una visita medica e un prelievo di sangue che verrà inviato al centro trasfusionale di competenza che accerterà l’idoneità del donatore. Se l’esito sarà positivo potrà iniziare la sua nuova attività di donatore già a partire dalla successiva giornata di raccolta. La quantità massima di sangue che si può donare per volta è di 450 gg. con una sosta, tra una donazione e l'altra, di tre mesi per gli uomini e di sei mesi per le donne. L'atto di donazione deve essere intesa come un atto d'amore semplice, che deriva dalla voglia di fare del bene senza riceverne nulla in cambio. Una scelta di vita che dovrebbere coinvolgerci un pò tutti. Consapevoli, che nella "roulette russa" della vita, non sempre i numeri che escono sono quelli vincenti.

Nella foto: Sala d'attesa per i donatori, allestita presso la sede.

Informazioni aggiuntive