OCCHIO ALLO SPRECO

Share

L'attuale situazione economica ha reso talmente difficile la vita che molte famiglie, non soltanto non possono risparmiare denaro, ma fanno i salti mortali per arrivare a fine mese. In tanti sono costretti a vivere in "povertà" e, i pochi fortunati cha ancora hanno un lavoro stabile, devono  tenere sott'occhio il bilancio per non ritrovarsi carichi di debiti. 

 Il primo consiglio pratico è quello di annotare regolarmente in un quaderno le uscite e le entrate mensili, per avere la cognizione di quanto si spende, confrontare i prezzi e individuare le spese superflue da eliminare. Risparmiare non vuol dire essere tirchi ma spendere oculatamente le proprie risorse. La prima regola è evitare gli sprechi in ogni settore, limitarsi all'essenziale con qualche deroga. Acquistare più del dovuto porta inesorabilmente a buttare roba in eccesso. E' buona abitudine risparmiare sui consumi domestici facendo attenzione su piccoli aspetti pratici. L'acqua ad esempio, è un bene prezioso destinato ad esaurirsi, noi figli del consumismo ne sprechiamo tantissima senza preoccuparci del domani. E' buona norma invece non lasciarla mai scorrere a vuoto mentre si fa la doccia, la barba, ci si lava i denti o i piatti. Chiudere il getto mentre ci si insapona è un gesto giudizioso che non costa nulla e fa risparmiare centinaia di litri di acqua ogni anno. Fare la doccia anzichè un bagno è un altro modo di risparmiare anche energia. Raccogliendo l'acqua che scorre nell'attesa che diventi calda potremmo innaffiare le piante o lavare i pavimenti. Facendo scaricare la cassetta del wc solo a metà o, svuotandola solo se necessario, potremmo pagare una bolletta meno cara. Per quanto riguarda il riscaldamento poi, in attesa di poterci permettere un impianto ad energia solare, ricordiamo che i termosifoni devono essere lasciati scoperti e lontani da mobili perchè possano diffondere meglio il calore, che è inutile scaldare l'appartamento quando non siamo in casa e, altrettanto antieconomico, regolare la caldaia al massimo. Una temperatura tra i 20 e i 21 gradi è l'ideale per stare a proprio agio in casa e non subire sbalzi di temperatura quando si esce. E' buona norma isolare finestre e infissi esterni per evitare che il calore si disperda in mille spifferi. Per quanto riguarda l'energia elettrica è bene confrontare le offerte e i vantaggi proposti dai diversi operatori del settore, scegliendo quelle che assecondano le nostre esigenze a minor prezzo. Sostituiamo le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo che durano più a lungo e limitano i costi in bolletta. Acquistare elettrodomestici di tripla classe A aiuta ad abbattere notevolmente le spese di energia. Impariamo a spegnere gli aggeggi che hanno un tasto stand by e sprecano inutilmente energia. Usufruiamo della luce naturale quanto più possibile. Relativamente alle spese telefoniche il consiglio è similare al precedente, valutare bene le offerte di diversi gestori e approfittare delle opportunità contrattuali. La pigrizia è nemica dell'economia. L'informazione corretta è essenziale per comprendere la convenienza effettiva. Per la spesa alimentare si possono ottenere grandi risparmi. Ricordiamo che tutti i prodotti di marca sono più costosi a causa del ricarico del valore del marchio e delle spese pubblicitarie. Si può fare una spesa di ottimo livello qualitativo anche presso i discount che offrono buoni prodotti sotto marca a prezzi accessibili. In ogni caso è bene confrontare i prezzi al Kg. e non per confezione poichè spesso si mimetizza con una grande scatola un contenuto inferiore alla media. E' bene osservare tutta la gamma di prodotti esposti, ricordando che le tecniche di marketing mettono in risalto quelli più costosi. Occhio alle offerte che, di settimana in settimana, i vari supermercati propongono, approfittare e fare scorta solo dei prodotti che in effetti usiamo. Non fare la spesa solo in un punto vendita, è risaputo che ogni catena offre dei prodotti a prezzo concorrenziale aumentando di fatto tutti gli altri e facendo affidamento proprio sulla pigrizia della clientela, così viene annullato il risparmio. Preferire i prodotti freschi a quelli surgelati, a parità di peso costano di più, ad esclusione degli spinaci. Richiedere le carte fedeltà per usufruire di ulteriori sconti. Non recarsi a far la spesa a stomaco vuoto, di solito si è psicologicamente portati a comprare di più. Se parliamo di frutta, verdura e prodotti locali di stagione non c'è di meglio che girare per le bancarelle dei mercati dove c'è una varietà di scelta e prezzi accessibili (specie a fine mattinata). Fare una lista della spesa aiuta ad acquistare solo ciò che occorre e non qualcosa che abbiamo già.

Per ciò che riguarda, l'abbigliamento, l'arredamento e gli elettrodomestici, se siete fissati con le marche, non c'è altra scelta che attendere i periodi di sconto ma, se non avete questo tipo di esigenza, girate per negozi, guardate i volantini, fate ricerche su internet e confrontate i prezzi, abbiate la pazienza di aspettare le offerte o i cali che avvengono naturalmente dopo il primo periodo.

Con l'attuale rincaro dei carburanti in conclusione l'unico consiglio è lasciare l'auto in casa e usare la bici quando è possibile, ancora meglio usare le vostre solide gambe, è salutare per il fisico e soprattutto per le vostre tasche!

Informazioni aggiuntive