PROVERBIARIO 2

  • Stampa

-QUANNU 'U RIAULU ACCARIZZA, SIGNIFICA CA VOLI L'AMMA (Quando il demonio ti accarezza, significa che da te vuole qualcosa. In questo caso, il diavolo può essere chiunque; cioe' tutti coloro che potrebbero indurti al male);

-CU PICCA PARRA, PICCA SGARRA(Chi parla poco, poco sbaglia. A volte la parola che esce di bocca, anche inconsciamente può avere effetti indesiderati);

-DIMMI  CU CCU VAI E TI RICU CU SI'(Dimmi con chi vai e ti di rò chi sei. Il proprio carattere subisce sempre l'influsso delle persone che frequenti. E' inevitabile.);

-CU MALI FA, LA SO PEDDI VASTA(Chi fa male agli altri, fa male a sè stesso. Il male e' come il boomerang, ritorna sempre indietro.);

-'U PUTIARU E 'U PISCIARU, ZZOCCU JANU VANNIANU(L'oste  e il pescivendolo, reclamizzano cio' che vendono. Cosi' ognuno di noi: mostra nella vita ciò che veramente è.);

-A LA MANIATA DI LA PALITTA, SI VIRI 'U MASTRU(La vera maestria di un individuo si nota già da come maneggia l'attrezzo di lavoro.);

-CU CI SCONCICA 'U CULU A LA CICALA, POI LA' SENTIRI CANTARE(Chi provoca qualcuno, poi deve osservarne la reazione senza vigliaccamente scappare);

-SUPRA 'A VADDIRA, 'N CRAUNCHIU(Sopra l'ernia si aggiunge un foruncolo. A volte i mali non vengono mai da soli);

-CU VOLI VA' E CU NON VOLI, MANNA! (Chi vuole una determinata cosa va a prendersela di persona; chi finge o non è poi tanto convinto di volerla, delega altri a farlo);

-CU CANGIA 'A VIA VECCHIA PPI CHIDDA NOVA, MALI S'ATTROVA( Chi cambia l'antica via per quella nuova, male si trova. Chi cambia abitudini di vita, non sembre migliora la propria condizione).