ROCCO PIRRONE, IL POETA CHE AMO' LA BELLEZZA

  • Stampa

Il poeta Rocco Pirrone(Calatabiano 1931-Catania 2005), presente il figlio Antonio, è stato ricordato al Centro culturale V.Paterno’-Tedeschi”. Relatore, il poeta e critico letterario Avv. Renato Pennisi. "Un uomo affabile, sempre col sorriso sulle labbra, molto attivo nell'ambito culturale catanese"; così lo ha descritto durante il suo breve intervento introduttivo il presidente del sodalizio organizzatore Dott. Santo Privitera. Affascinato dal mondo greco, gran parte dei suoi componimenti hanno risentito di questa sua passione. Pur non considerandosi un epigono, la sua poesia si avvicinò molto a quella di Salvatore Quasimodo. “ In questa Alcantara-Arcadia, scrive Gesualdo Bufalino nella recensione di “Et in Alcantara Ego” ultima silloge del poeta catanese di adozione, “mi pare di riconoscere un congeniale sentimento della vita come tremito fra una tenebra e una memoria, un immalinconirsi sulle perdute radici elleniche(…)” “Pirrone”- sostiene dal canto suo Renato Pennisi-“visse il tuo tempo intensamente. Affronto’ con coraggio le tensioni sociali che si svilupparono negli anni ‘70 e per buona parte degli anni ’80.” Amo’ ogni forma d’arte riconducibile alla bellezza. Non c’era mostra o evento culturale cui egli non partecipasse con impegno e dedizione. L’Alcantara fu la sua costante metafora: “Ti saluto Alcantara che avevi scrosci di fanfare./Ma quali aranci sopravvivono, quali rondini/per le contrade prive d’aria?”.“I suoi versi carichi di emotività, morbidi e musicali”-conclude Pennisi-“sembrano scorrere tranquilli e liberi proprio come il fiume Alcantara che fu tra le sue maggiori fonti di ispirazione poetica.” Dal 1964 al 1989 pubblicò quattro sillogi, alcune delle quali vincitrici di premi e segnalazioni: “La Ragione”(Ediz.Giannotta, 1964); “In questo tempo alto,crudele”(ediz.L’Elefante,1977); “Ludus Tonalis”(Ediz. Forum,1981); “Et in Alcantara Ego”( C.u.e.c.m.,1989). Opere prefate da scrittori e giornalisti di chiara fama come Nino Muccioli e Giampiero Mughini.

 

Nella foto grande, il poeta Rocco Pirrone