SANT'AITA DA' PISCARIA

Share

Non è un autentico capolavoro ma almeno “Si viri ‘u cori e ‘a divuzioni”. Stiamo parlando dell’immagine di Sant’Agata apparsa domenica scorsa all’improvviso nel cuore della pescheria, in piazza Alonzo di Benedetto. L’opera è stata lavorata di notte. Non un dipinto vero e proprio o il solito “murales”, ma una “Tecnica mista su muro” opera di artisti di strada firmata TVBOY. Questa forma pittorica che comporta l’utilizzo di materiali e mezzi di vario genere, è di largo impiego in questi ultimi anni in Italia. Una domenica estiva come le altre, dominata da un silenzio che in questi tradizionali luoghi sempre movimentati sembra davvero surreale. E chi è Sant’Aita scinniu ‘a piscaria!? questo il commento un po' divertito di un anziano signore che guardava incuriosito. Un modo per celebrare almeno artisticamente una festa che quest’anno a seguito del Covid 19 non si farà. Una vera sorpresa per i catanesi, che hanno preso a fotografarla insieme ai tanti turisti richiamati dalla suggestività dei luoghi. L’immagine della Patrona Vergine e Martire Agata è quella classica, con il sacro Velo Rosso in bella evidenza e il volto però un po’ pensieroso. Particolare inedito e non secondario è lo Stemma del Catania calcio impresso all’altezza del cuore. Assomma a sé un po' di passioni tipiche della catanesità. Tra il sacro e profano ecco dunque il simbolo di quell’anima popolare catanese che proprio alla pescheria trova il suo riscontro giornaliero durante la settimana. Tutti gli operatori della zona l’hanno così ribattezzata: “Sant’Aita da’ piscaria”.

 

Pubblicato su La Sicilia del 13.08.’20

 

Additional information