SCOPRIRSI ATTORI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

Share

Scoprirsi attori al tempo del Coronavirus. “ Necessità obbliga liggi”, si dice dalle nostre parti. È  vero. La quarantena imposta dai vari dcpm per evitare i contagi da Covid-19, ha indotto famiglie ed amici a sfruttare le nuove tecnologie per dribblare la noia. Ci sono riusciti organizzandosi in qualche maniera.  Al contrario delle giovani generazioni,  genitori e nonni non hanno mai mostrato in genere molto interesse per il mondo digitale. Eppure anche quelli che  a stento riuscivano a usare tablet, computer e telefonini solo per le funzioni strettamente necessarie, con l’occasione hanno fatto in fretta ad imparare. Così una una volta entrati nel “meccanismo”, non solo adesso riescono a comunicare in gruppo tra loro, ma addirittura mettono in campo le più fantasiose iniziative. È il caso di alcuni ex alunni ultra sessantenni dell’istituto tecnico Gemmellaro che sotto l’attenta regia di Salvo Troina, si  sono messi a fare teatro on Line dal palcoscenico di casa propria. Il sipario?...il mause del computer. La pratica adesso “rischia” di diventare virale. Hanno messo in scena già diverse commedie dialettali brillanti, tra le quali  “A famigghia difittusa”, “Soggira Nora e gatta cagnola “ e “Civitoti in pretura”. Ciascuno ha interpretato il proprio ruolo rigorosamente in costume e senza “suggeritore”. Il pubblico, le rispettive famiglie che hanno assistito divertite. Tutti esordienti gli attori. Hanno fatto parte del cast:  Pina Cavallaro, Virginia Pennisi, Riccardo Russo, Franco Brancato, Teresa Milazzo, Franco Carciola, Francesca Ariti, Emanuele Scammacca, Maria Geremia, Carmelo Vicino, Graziella Russo, Antonio Sicilia, Orazio Allegra, Salvo Calanna e Mimmo Di Mauro.

 

Nella foto, gli attori

 

Additional information