CENTRO CULTURALE V.PATERNO'-TEDESCHI: "PILLOLE SCADUTE" CONFERENZA DEL DOTT. CARMELO FILOGAMO

Share

Densa di contenuti, istruttiva forse anche vitaminica la conferenza svolta dal dott.Carmelo Filogamo per il Centro culturale V.Paterno’-Tedeschi. “Pillole scadute di medicina generale”, questo il titolo della dotta dissertazione, unica nel suo genere, nel corso della quale l’oratore nel modo più semplice possibile ha spiegato gli antichi vocaboli e i modi di dire dei catanesi quando si recavano negli ambulatori o negli ospedali per un problema di salute. Una terminologia ormai desueta, appunto “scaduta” ma che costituisce oggi un prezioso patrimonio da conservare. Medico chirurgo, urologo di chiara fama, ex primario ospedaliero con oltre quarant’anni di esperienza sul campo, il dott. Filogamo, da anni in pensione, è intenzionato così a dare un seguito letterario alla sua professione condotta sempre col massimo rigore e dedizione. Partendo dal corpo umano, il chirurgo ha poi finito per affondare il bisturi nelle le patologie comuni declinate alla catanese. Cosi l’oratore ha spiegato il significato dei pustedda(vaccini contro il vaiolo); do vemmu Tagghiarinu(parassita del corpo o verme tenia); nevvu ‘ncravaccatu(distrazione muscolare); botta di Sangu( ictus cerebrale); Nafira(vasocostrizione della mucosa nasale). Poi tant’altro ancora. Dal teschio o crozza, fino all’unghia del piede, ovvero l’ugna do peri; nel gustoso quanto divertente glossario trovano posto posto pure termini come ‘A lignedda(ugola), ‘A mirudda(cervello), ‘a meusa(milza) etc. Insomma, una conferenza che ha simpaticamente intrattenuto tra il serio e il faceto il numeroso pubblico presente.

Nella foto, il relatore.

Additional information