L'AMORE NEI VERSI DI JACQUES PREVERT

Share

Un poeta nobile, sensibile, profondo, unico . . . Jacques Prevert ha trovato l’ Amore, il Vero Amore! Solo quest’ultimo riesce a salvare l’uomo, a elevarlo, a posizionarlo in una dimensione superiore, a farlo congiungere con il divino, a fargli assaporare il dolce amaro gusto dell’infinito... Un sentimento bello,
appagante, coinvolgente,passionale oppure unilaterale, non corrisposto, doloroso, sofferto… ma alla fine sempre ricercato e inseguito incessantemente. 

Qualsiasi uomo durante il proprio percorso di vita si affanna a trovare l’anima gemella, l’altra metà della mela, la parte complementare e mancante di sé… non
importa se si soffre o se non sarà per sempre… la cosa che conta di più è incontrarlo e viverlo, anche se per poco… L’amore come sosteneva e cantava nella sua “Habanera” il personaggio di Carmen di G. Bizet è un uccello ribelle che nessuno può mai addomesticare. Non si può comandare, incatenare, forzare, domare.      E’ quanto di più naturale e spontaneo esista al mondo. Chi cerca o si illude soltanto di tenere strette le sue redini finisce per perdere. L’amore per Prevert è totale, coinvolge tutti i sensi, la mente, il corpo, l’anima … E’
un sentimento che isola ed estranea chi lo prova dal mondo esterno … “I ragazzi che si amano si baciano in piedi/ Contro le porte della notte/ E i passanti che passano li segnano a dito/ Ma i ragazzi che si amano / Non ci sono per nessuno / Ed è la loro ombra soltanto /Che trema nella notte /Stimolando la rabbia dei
passanti / La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia /I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno / Essi sono altrove molto più lontano della notte / Molto più in alto del giorno /Nell'abbagliante splendore del loro primo amore”. L’amore è il sentimento più nobile, appagante, sincero e pulito
che un uomo possa mai provare… E’ in grado di elevarlo e portalo su, in alto, in paradiso … ma anche di catapultarlo giù e fargli assaporare il gusto dell’inferno. È “ violento, fragile, tenero, disperato, bello come il giorno, cattivo come il tempo quando è cattivo, felice, gaio, beffardo, tremante di paura come un bambino al buio,come un uccello, è caldo come l’estate, è testardo come un asino, vivo come il desiderio, crudele come la memoria, sciocco come i rimpianti, tenero come il ricordo, freddo come il marmo…”. L’amore è per sempre… è indelebile, incancellabile, indimenticabile… “Noi possiamo tutti e due /Andare e ritornare / Noi possiamo dimenticare / E quindi riaddormentarci / Risvegliarci soffrire invecchiare / Addormentarci ancora /Sognare la morte / Svegliarci sorridere e ridere / E ringiovanire/ il nostro amore è là / Ci guarda sorridendo / E ci parla senza dir nulla…”. Il Vero Amore resta immutato, non cambia con le stagioni, con i mesi, con il passare del tempo… rimane li, immobile e timido… nel profondo del nostro cuore…in un
piccolo angolino segreto; ci fa compagnia ogni giorno in silenzio e ci rende vivi, eterni e immortali…E’ proprio l’amore che da un senso alle nostre vite e le rende ricche, piene… Le rende Vite!


 

Additional information